23Mar2017

Come è fatta la pelle, lo stress e gli antiossidanti

Dott.ssa Maria Elena Setti

Vuoi conoscere come è fatta la pelle? Che cosa la protegge e cosa la danneggia? Segui il nostro video tutorial, dove troverai tutto sulla pelle, lo stress, l’alimentazione più idonea per avere una pelle sana, come prevenire l’invecchiamento della cute e tanto altro!

Leggi anche:

23Feb2017

Vitamina A, amica o nemica della pelle?

Dott.ssa Maria Elena Setti

 

Spesso si leggono su internet parerei discordanti sulla vitamina A, chi ne abusa e chi la demonizza, facciamo un po’ di chiarezza su questa preziosa vitamina.

 

La vitamina A ha un'azione importante sulla produzione di fibre di collagene e quindi sull'elasticità della pelle.
A livello della pelle influenza la trascrizione del DNA, stimolando l'espressione di alcuni enzimi specifici, alcuni dei quali hanno la funzione di migliorare lo spessore cutaneo, diminuendo così la profondità della ruga. Inoltre aumenta la produzione dei Glucosamminoglicani (GAG), molecole in grado di legare l'acqua migliorando l'idratazione cutanea.

 

La vitamina A può esistere in tante forme:

 

  • acido retinoico: è potenzialmente irritante, può essere impiegato in prodotti dermatologici per la pelle. Ha però effetti teratogeni e non viene usato nei prodotti cosmetici.
     
  • retinyl palmitate: forma esterificata della vitamina A (acido palmitico con vitamina A), molto più stabile e utilizzata tranquillamente in cosmesi come anti-age e antiossidante. Aiuta la produzione di collagene, aiutando a migliorare la tonicità della pelle. E' ammesso dai disciplinari di enti certificatori come AIAB, ICEA sulla bio-eco cosmesi. Viene usato in piccole concentrazioni, come sempre è la dose a fare il veleno, anche gli oli essenziali possono causare problemi se non usati nel modo corretto e nelle dosi corrette, ecco perchè esiste la vigilanza sui cosmetici.
     
  • esisitono anche il retinil acetato, retinil propinato, che sono sempre forme esterificate della vitamina A ad uso cosmetico.
     
  • pro-vitamina A: beta-carotene, si trova nei frutti e verdure arancioni, come le carote, migliora l'elasticità cutanea e favorisce l'abbronzatura. E’ usato comunemente nei prodotti cosmetici con massima tranquillità. Il beta carotene appartiene alla famiglia dei carotenoidi e viene usato per le sue proprietà antiossidanti, perchè favorisce l'abbronzatura e si dimostra efficace nella protezione organica e cutanea dalle radiazioni ultraviolette, utile anche nel ridurre gli eritemi. Ecco perchè è l'ingrediente di elezione nei prodotti solari.
     


Tempo fa si è discusso su internet (spesso fonte di tante informazioni non corrette) sulla pericolosità della vitamina A nei solari (non nelle creme normali) e quindi esposti ai raggi UV, sono stati fatti degli studi e ad oggi non ci sono dati che ne vietino l'uso, Alchimia Natura comunque nei solari non la usa e soprattutto non la usa in prodotti per bambini che non necessitano ovviamente di attività anti invecchiamento.

Ricordiamoci che in Europa ogni prodotto cosmetico immesso sul mercato deve avere una documentazione specifica, il PIF (Product Information File) che comprende anche la Valutazione della sicurezza e viene notificato presso il portale europeo, il CPNP(Cosmetic Products Notification Portal) dall’11 luglio 2013, a cui avranno accesso tutte le autorità di sorveglianza sul mercato.

 

In conclusione, possiamo utilizzare con tranquillità il beta-carotene e le forme esterificate della vitamina A in creme e sieri per la giovinezza della pelle, dove viene dosata secondo norma di legge e disponibile per la nostra bellezza.

 

Un altro modo per assumere vitamina A è quello di introdurla con l’alimentazione, diamo quindi via libera a tutta la frutta e verdura arancione e non solo, come carote, zucca, albicocche, spinaci, pomodori, basilico, melone, pesche.

 

La vitamina A farà bene non solo alla nostra pelle, ma anche a occhi, capelli, ossa e sistema immunitario! Una delle vitamine della Salute che non deve mancare mai sulle nostre tavole!

 

26Jan2017

Beauty routine sulla neve per il viso

Dott.ssa Maria Elena Setti

 

 

Quando le temperature calano la nostra beauty routine deve cambiare!

Il freddo tende a rendere più delicata la pelle, ad arrossarla, a seccarla, a screpolarla.

Anche il riscaldamento tende a seccare la pelle, aumentando la disidratazione.

È importante detergere la pelle mattina e sera per pulirla dallo smog e dalle impurità, ma il detergente deve essere molto delicato e più cremoso.

Le pelli secche dovranno usare un latte detergente ricco di burri, come il Karitè, il Cacao o la cera d’api che proteggono lo strato idrolipidico della pelle.

Calendula, Echinacea, Camomilla hanno proprietà lenitive e decongestionanti per la pelle, ideali per pelli con couperose e delicate.

I Piccoli frutti come Mirtillo, Lampone, Ribes aiutano il microcircolo e le pelli che tendono ad arrossarsi (eritrosi diffusa), inoltre sono ricchissimi di vitamina C che è alleata della bellezza della pelle e dei capillari.

Dopo il detergente un buon tonico con NMF(fattore di idratazione naturale) di origine vegetale aiuterà la pelle a reidratarsi e a riequilibrare il pH, che deve essere tra 5 e 6 (ideale pH 5,5).

Quando fa molto freddo e la pelle è particolarmente disidratata, consiglio sieri a base di acido ialuronico dalle proprietà fortemente idratanti, che rendono la pelle più turgida e vellutata. Un buon cosmetico bio eco deve contenere un’acido ialuronico che derivi da biotecnologia, per esempio tramite fermentazione a partire da una miscela di grano, glicerolo vegetale e lievito. E’ ottimale che sia una miscela di basso e medio peso molecolare in modo da avere una performance del prodotto migliore sulla pelle.

La crema per il viso dovrà essere più corposa e grassa rispetto al solito, ricca di cere, burri, oli vegetali più nutrienti come argan, avocado, rosa mosqueta, ricca di principi attivi antiossidanti e dermoprotettivi come la vitamina E, il bisabololo, la vitamina C, ed estratti vegetali di calendula, liquirizia, echinacea, piccoli frutti.

Consiglio di fare lo scrub una volta sola alla settimana o una volta ogni 10 giorni, per non stressare troppo la pelle, ottimale quello a base di zucchero di canna, delicato ed esfoliante. Consiglio di far seguire lo scrub con un trattamento a impacco per il viso, come una maschera nutriente a base di Canapa, ricca in omega 3 e 6, dalle proprietà elasticizzanti, da burri, come l’Illipè o il Karitè, da vitamine, in particolare la vitamina E che ha proprietà cicatrizzanti e dermoprotettive.

Ecco una semplice, ma efficace ricetta per fare una maschera casalinga calmante e nutriente

  • Argilla bianca tre cucchiai
  • Acqua di rose q.b. fino a formare una pastella sostenuta
  • Oleolito di calendula in mandorle un cucchiaino
  • Oleolito di iperico in oliva un cucchiaino
  • Olio essenziale di rosa damascena 1goccia
  • Olio essenziale di ylang-ylang 2 gocce


Mescolare con una paletta o cucchiaio di legno in una ciotolina di vetro o ceramica fino a formare una pastella morbida. Spalmare su viso pulito e lasciare agire per 20 minuti.

La maschera ha proprietà decongestionanti, purificanti, lenitive, nutrienti grazie agli oli, ottima anche per le macchie della pelle e per le pelli secche e irritate.

Dopo aver tolto la maschera consiglio di tonificare la pelle con acqua di rose e massaggiare una crema viso nutriente ricca di burri o oli vegetali.

 

 

Leggi anche I problemi della pelle secca

Le vostre domande sulla pelle secca e i prodotti Alchimia Natura da utilizzare

cerca nel blog

SCARICA GRATIS IL CORSO

come leggere un'etichetta - ingredienti dannosi

Cliccando su INVIAMI IL CORSO si accettano le condizioni sulla PRIVACY.

archivio

Leggi tutti gli articoli

pelle
lavanda
capelli
oli essenziali
oli
massaggio
profumo
maschera
pelle sensibile
cosmesi

torna
indietro
sfoglia
archivio