3Sep2015

La teoria delle Note per classificare le essenze profumate

Dott. Alessandro Biancardi

La classificazione più conosciuta degli oli essenziali è quella che fa riferimento alle note.
Nel 1800 venne ideato ad opera di un profumiere francese di nome Presse,un sistema di classificazione delle fragranze in base alle note musicali. Ciascun profumo a seconda delle sue caratteristiche rientra in una delle tre note.

Nota di Base: nota bassa, tipica delle fragranze ricche e gravi, ricavate da  legni, resine e spezie come per esempio la cannella, il patchouli

Nota di Cuore: nota fiorita, se si annusa la percepiamo all’altezza del cuore, ci aiuta ad aprirlo, è armonizzante, per esempio la rosa, la lavanda.

Nota di Testa: è un’ essenza leggera e fresca, con un alto tasso di vaporizzazione e un profumo fruttato e aspro, tipica degli agrumi come l’arancio dolce, il limone e delle piante balsamiche come la menta, tea tree.

Un buon profumo contiene tutte e tre le note, per creare un bouquet che cambia nel tempo e persiste sulla pelle.

Per conoscere meglio i profumi naturali vi consigliamo di guardare il nostro video, girato alla Festa della Lavanda.

cerca nel blog

SCARICA GRATIS IL CORSO

come leggere un'etichetta - ingredienti dannosi

Cliccando su INVIAMI IL CORSO si accettano le condizioni sulla PRIVACY.

archivio

Leggi tutti gli articoli

pelle
lavanda
capelli
oli essenziali
oli
massaggio
profumo
maschera
pelle sensibile
cosmesi

torna
indietro
sfoglia
archivio