17Nov2016

Speciale capelli quinta parte: proteggiamoli dai raggi UV in inverno e in estate

Dott.ssa Maria Elena Setti

 

E’ ormai scientificamente provato che i raggi UV determinano cambiamenti chimici al fusto dei capelli. L'esposizione prolungata ai raggi ultravioletti , sia naturali che “artificiali”, come nel caso delle lampade UV, provocano fotoossidazione al capello, causando perdita di proteine dalla cuticola e una minore resistenza del capello alla trazione, provocando quindi rottura del capello stesso. Inoltre diminuisce l’efficacia e tenuta della messa in piega, tintura, permanente e aumentano i danni dei trattamenti chimici. Il capello diventa sempre più secco, fragile, opaco e tende a sbiadirsi. E’ anche possibile vedere dei piccolissimi punti bianchi lungo il fusto che corrispondono a piccole zone di frattura.

Solitamente un’esposizione prolungata ed eccessiva alla luce del sole o delle lampade provoca anche un aumento dell’effluvio nella fase di telogen. Leggi articolo Speciale capelli prima parte: impariamo a conoscerli

Il danno può manifestarsi a qualsiasi età, il capello possiede un pigmento che si trova all’interno del fusto ed è un mezzo di protezione che controlla l’effetto negativo dei raggi solari. Ecco perché maggiore è la concentrazione della melanina contenuta nella parte interna del capello, minore è il danno. La cuticola (parte più esterna) non contiene melanina ed è per questo che subisce i danni più importanti.

Questo implica l’importanza di proteggere i capelli, soprattutto d’estate, ma anche se si fanno lampade durante l’inverno o si fanno vacanze in posti esotici, dove l’irraggiamento solare è importante. Inoltre, contrariamente a ciò che si può pensare, siamo esposti ai raggi UV tanto durante la stagione estiva quanto in quella invernale (International Hair Research Foundation)

 

Ecco alcuni semplici consigli da seguire per avere capelli sani e belli:

  1. D’estate o comunque al sole, è bene utilizzare un cappello di paglia o cotone che garantiscono circa il 60% di protezione dai raggi UV
  2. Utilizzare oli specifici per capelli che lo proteggono e nutrono, come olio di Cocco, olio di Argan, olio di Sesamo, che hanno un fattore di protezione naturale tra 4 e 6.
  3. Si possono usare anche appositi spray protettivi che garantiscono la protezione dai raggi UVA e UVB, per esempio a base di Melanina vegetale.
  4. Assumere degli integratori ricchi di antiossidanti a base di beta-carotene, vitamina C, E, oligoelementi come il selenio, magnesio, potassio, acido ialuronico.

 

La ricetta naturale

Ecco una ricetta naturale per un olio restitutivo da utilizzare in spiaggia o a casa prima dello shampoo, per nutrire e proteggere i capelli, rendendoli morbidi e setosi. Da tenere in posa il più possibile, almeno 30 minuti per un ottimo risultato!

Olio di argan 50 ml

Olio di sesamo 50 ml

Olio di avocado 50 ml

Olio di jojoba 50 ml

Palmarosa olio essenziale 5 gocce

Ylang-ylang olio essenziale 5 gocce

Lavanda olio essenziale 5 gocce

Miscelare gli oli e gli oli essenziali in modo omogeneo e distribuire sulla chioma, non dimenticando di massaggiare anche il cuoio capelluto.

 

Leggi anche:

Speciale capelli prima parte: impariamo a conoscerli

Speciale capelli parte seconda: 15 consigli per avere bei capelli

Speciale capelli terza parte: la perdita dei capelli

Speciale capelli quarta parte: la fitoterapia e la fitocosmesi

cerca nel blog

SCARICA GRATIS IL CORSO

come leggere un'etichetta - ingredienti dannosi

Cliccando su INVIAMI IL CORSO si accettano le condizioni sulla PRIVACY.

archivio

Leggi tutti gli articoli

pelle
lavanda
capelli
oli essenziali
oli
massaggio
profumo
maschera
pelle sensibile
cosmesi

torna
indietro
sfoglia
archivio