26Jan2017

Beauty routine sulla neve per il viso

Dott.ssa Maria Elena Setti

 

 

Quando le temperature calano la nostra beauty routine deve cambiare!

Il freddo tende a rendere più delicata la pelle, ad arrossarla, a seccarla, a screpolarla.

Anche il riscaldamento tende a seccare la pelle, aumentando la disidratazione.

È importante detergere la pelle mattina e sera per pulirla dallo smog e dalle impurità, ma il detergente deve essere molto delicato e più cremoso.

Le pelli secche dovranno usare un latte detergente ricco di burri, come il Karitè, il Cacao o la cera d’api che proteggono lo strato idrolipidico della pelle.

Calendula, Echinacea, Camomilla hanno proprietà lenitive e decongestionanti per la pelle, ideali per pelli con couperose e delicate.

I Piccoli frutti come Mirtillo, Lampone, Ribes aiutano il microcircolo e le pelli che tendono ad arrossarsi (eritrosi diffusa), inoltre sono ricchissimi di vitamina C che è alleata della bellezza della pelle e dei capillari.

Dopo il detergente un buon tonico con NMF(fattore di idratazione naturale) di origine vegetale aiuterà la pelle a reidratarsi e a riequilibrare il pH, che deve essere tra 5 e 6 (ideale pH 5,5).

Quando fa molto freddo e la pelle è particolarmente disidratata, consiglio sieri a base di acido ialuronico dalle proprietà fortemente idratanti, che rendono la pelle più turgida e vellutata. Un buon cosmetico bio eco deve contenere un’acido ialuronico che derivi da biotecnologia, per esempio tramite fermentazione a partire da una miscela di grano, glicerolo vegetale e lievito. E’ ottimale che sia una miscela di basso e medio peso molecolare in modo da avere una performance del prodotto migliore sulla pelle.

La crema per il viso dovrà essere più corposa e grassa rispetto al solito, ricca di cere, burri, oli vegetali più nutrienti come argan, avocado, rosa mosqueta, ricca di principi attivi antiossidanti e dermoprotettivi come la vitamina E, il bisabololo, la vitamina C, ed estratti vegetali di calendula, liquirizia, echinacea, piccoli frutti.

Consiglio di fare lo scrub una volta sola alla settimana o una volta ogni 10 giorni, per non stressare troppo la pelle, ottimale quello a base di zucchero di canna, delicato ed esfoliante. Consiglio di far seguire lo scrub con un trattamento a impacco per il viso, come una maschera nutriente a base di Canapa, ricca in omega 3 e 6, dalle proprietà elasticizzanti, da burri, come l’Illipè o il Karitè, da vitamine, in particolare la vitamina E che ha proprietà cicatrizzanti e dermoprotettive.

Ecco una semplice, ma efficace ricetta per fare una maschera casalinga calmante e nutriente

  • Argilla bianca tre cucchiai
  • Acqua di rose q.b. fino a formare una pastella sostenuta
  • Oleolito di calendula in mandorle un cucchiaino
  • Oleolito di iperico in oliva un cucchiaino
  • Olio essenziale di rosa damascena 1goccia
  • Olio essenziale di ylang-ylang 2 gocce


Mescolare con una paletta o cucchiaio di legno in una ciotolina di vetro o ceramica fino a formare una pastella morbida. Spalmare su viso pulito e lasciare agire per 20 minuti.

La maschera ha proprietà decongestionanti, purificanti, lenitive, nutrienti grazie agli oli, ottima anche per le macchie della pelle e per le pelli secche e irritate.

Dopo aver tolto la maschera consiglio di tonificare la pelle con acqua di rose e massaggiare una crema viso nutriente ricca di burri o oli vegetali.

 

 

Leggi anche I problemi della pelle secca

Le vostre domande sulla pelle secca e i prodotti Alchimia Natura da utilizzare

cerca nel blog

SCARICA GRATIS IL CORSO

come leggere un'etichetta - ingredienti dannosi

Cliccando su INVIAMI IL CORSO si accettano le condizioni sulla PRIVACY.

archivio

Leggi tutti gli articoli

pelle
lavanda
capelli
oli essenziali
oli
massaggio
profumo
maschera
pelle sensibile
cosmesi

torna
indietro
sfoglia
archivio